Numero 32/2020

7 Agosto 2020

Pillole di luppolo: il preziosissimo Strisselspalt

Pillole di luppolo: il preziosissimo Strisselspalt

Tweet

Tag:

Lo Strisselspalt è una varietà di luppolo francese, originario dell’ Alsazia definito il “caviale dei luppoli”. Il suo delicato aroma floreale conferisce un piacere unico, equilibrato sapientemente dal delicato gusto dolce, che rivela note di susina mirabella, albicocca secca, miele e pera.
Lo Strisselspalt è una delle poche varietà provenienti dalla Francia, una varietà naturale prodotta principalmente attorno a Strasburgo. Questo luppolo viene utilizzato in tutto il mondo, ed è ricercato per le sue qualità aromatiche. Esso contribuisce a plasmare molte delle birre di stile diverso dei mastri birrai francesi. Simile a Hersbrucker, i suoi sostituti possono essere Hallertau, Mount Hood, Liberty, Hersbrucker, Southern Cross.
Il successo di questo luppolo viene dalla produzione della Kronenbourg 1664, eccellenza francese nel mondo della birra, l’unica premium beer internazionale ad aver vinto due medaglie d’oro consecutive, nel 2004 e nel 2005, all’International Brewing Awards. Grazie al suo gusto unico e alla sua bottiglia elegante, il successo in Francia fu immediato, diventando la birra premium lager francese. Dal 1959 Kronenbourg ha inoltre varcato le soglie della Francia estendendo la distribuzione nei paesi limitrofi sino ad arrivare ad oggi, con una vendita che copre oltre 70 paesi.

 

 

Analisi chimica media:

Composizione acida alfa 1,8% -5,7%
Composizione di acido beta 2,5% -6%
Composizione Co-Humulone 20% -27%
Composizione totale dell’olio 0,6-0,9 ml / 100 g
Composizione di olio di mircene 35% -52%
Composizione di olio di humulene 12% -32%
Olio di Caryophyllene 8% -10,3%
Olio di Farnesene <1%

La combinazione di erbe aromatiche, fiori e note di frutta e limone rende Strisselspault un luppolo perfetto per Saisons, Bocks e Belgian Ales.

Tweet


Info autore

Massimo Prandi

Un Albese cresciuto tra i tini di fermentazione di vino, birra e… non solo! Sono enologo e tecnologo alimentare, più per vocazione che per professione. Amo lavorare nelle cantine e nei birrifici, sperimentare nuove possibilità, insegnare (ad oggi sono docente al corso biennale “Mastro birraio” di Torino e docente di area tecnica presso l’IIS Umberto Primo – la celeberrima Scuola Enologica di Alba) e comunicare con passione e rigore scientifico tutto ciò che riguarda il mio lavoro. Grazie ad un po’ di gavetta e qualche delusione nella divulgazione sul web, ma soprattutto alla comune passione e dedizione di tanti amici che amano la birra, ho gettato le basi per far nascere e crescere questo portale. Non posso descrivere quante soddisfazioni mi dona! Ma non solo, sono impegnato nell’avvio di un birrificio agricolo con produzione delle materie prime (cereali e luppoli) e trasformazione completamente a filiera aziendale (maltazione compresa): presto ne sentirete parlare!