Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana
26 maggio 2014

Promenade birraria a Bruxelles – prima parte

Promenade birraria a Bruxelles – prima parte

Tag:, ,

Oggi accompagniamo i nostri lettori in una passeggiata tra i monumenti e le strade di Bruxelles con soste nei locali birrari imperdibili della capitale belga. Quindi raccogliete le energie e si parte… mi raccomando non portatevi acqua che se vi verrà sete sarete ricompensati ampiamente!

Prima tappa: Grand Place – Impasse de la Fidélité    0,350 km

Il punto di partenza del nostro tour è la Grand Place, celeberrima e centralissima piazza della capitale belga. La piazza è patrimonio mondiale dell’umanita dall’Unesco dal 1998.

E’ circondata dalle case delle corporazioni, dal municipio e dalla Maison de Roi. Tra le case delle corporazioni vi segnalo la casa de l’Arbre d’or costruita nel 1696, casa della corporazione dei birrai, oggi ospita il museo dedicato alla birra. L’edificio è facilmente riconoscibile perché sulla sua sommità spicca la statua equestre di Carlo Alessandro di Lorena.

 

La maison des brasseurs (Foto scattata e di proprietà di Andrea Gattini).

All’interno del museo con soli 5 euro potrete scoprire, in sole due stanze, tutto l’iter produttivo della birra dalla raccolta del luppolo alla spillatura del prodotto finito. Alla fine della visita vi verrà offerto un bicchiere di birra belga. Usciti dal museo imboccate rue Chair et Pain laterale alla Maison de Roi e poi all’incrocio con rue du Marchè aux Herbes proseguite dritti per Petite rue des Bouchers senza farvi attrarre dai numerosi butta dentro dei ristorantini, finita questa strada girate a sinistra su rue des Bouchers dopo pochi  metri sarete arrivati alla meta di questa prima tappa: il Delirium Cafè.

 

L’insegna del Delirium Cafè (Foto scattata e di proprietà di Andrea Gattini).

 

Questo locale è diviso in vari sottolocali tutti uniti sotto il marchio Delirium. Qui potrete soddisfare la vostra sete di birra. Potrete scegliere tra 2004 tipi differenti di birra. Il Delirium Cafè è stato inserito nel Guinness World Record come locale con il maggior numero di birre diverse in vendita.  Nell’Impasse de la Fidélité potete ammirare la statuetta della Jeanneke Pis, ovvero la versione femminile del Manneken Pis.

 

Itinerario della prima tappa.

 

Seconda tappa: Impasse de la Fidélité – Rue de l’Enseignement    1 km

Il nostro tour prosegue tornando indietro su Rue des Bouchers fino alla galleria Saint Hubert costruita nel 1847. Quando sarete all’interno della galleria girate a sinistra e proseguite fino ad uscire su rue d’Arenberg, da qui svoltate a destra e proseguite dritti fino ad un giardino dal nome Parvis Sainte Gudule.

Il vostro sguardo sarà rapito dalla maestosità della Concattedrale dei Santi Michele e Gudula in stile gotico. In questa Chiesa si sposano i reali del Belgio. Dopo la visita della Chiesa costeggiate la strada laterale e proseguite dritti, passando per place Sainte Gudule e Treurenberg, finchè non vi troverete sulla trafficata Rue Royale.

 

La Concattedrale dei Santi Michele e Gudula (Foto scattata e di proprietà di Andrea Gattini).

Facendo attenzione attraversate la strada imboccate rue de l’Enseignement. Al 57 di questa strada troverete il locale Bier Circus dove oltre ad apprezzare ottime birre potrete degustare una buona cucina con prelibatezze belghe. Il locale molto spesso, su richiesta, ha una carta di birre invecchiate. Unica pecca del locale gli orari: il lunedì e la domenica è chiuso, dal martedì al venerdì è aperto dalle 11.30 alle 14.30 e dalle 18.00 alle 0.00 mentre il sabato solo dalle 18.00 alle 0.00.

 

Il Bier Circus (Foto scattata e di proprietà di Andrea Gattini).

Il Bier Circus – interno (Foto scattata e di proprietà di Andrea Gattini).

Se avete fame vi suggerisco di assaggiare la carbonnade flamande alla birra Westmalle oppure le classiche polpette al sugo, piatto tipico belga. Se invece avete sete e volete rimanere sulle birre classiche consiglio una flemish ale con note vinose e talvolta acidula.

 

Itinerario della seconda tappa.

 

Per conoscere la parte finale del percorso clicca sul seguente link:  Promenade birraria a Bruxelles – seconda parte.

Andrea Gattini
Info autore

Andrea Gattini

Sono nato il 23 Novembre 1979 a Carrara (MS) e vivo da sempre ad Avenza una frazione di Carrara. Ho conseguito il diploma di maturità scientifica.

La mia passione per la birra è nata parecchi anni fa. Inizialmente con una collezione di sottobicchieri di ogni marca di birra (ad oggi ne ho più di trecento), ma per motivi di spazio sto rallentando la raccolta. Grazie al gemellaggio pluritrentennale della mia città natale con Ingolstadt in Baviera, visto che ogni fine estate viene organizzata una festa della birra in stile Oktoberfest, questa mia passione non poteva che aumentare. Negli ultimi tempi sto inziando a collezionare bottiglie vuote di birra artigianale e bicchieri da birra. Ho pinte nonic, masskrug sia in vetro che in ceramica, weizenglass, teku, coppe trappiste, tulipani e calici a chiudere.

Con il tempo ho imparato a conoscere ed apprezzare meglio questa antichissima bevanda grazie ad un corso di degustazione a cui ho partecipato. Quando mi è possibile insieme alla mia compagna di vita Francesca partecipo ad eventi Slow Food e mi diletto, ove possibile, a visitare birrifici artigianali sparsi un po’ in tutta Italia. Cerco sempre di inserire nei miei viaggi qualche meta a sfondo birrario.

Non sono un esperto che può esibire certificati, sono semplicemente uno dei tanti consumatori pieno di passione per la birra che non smette mai di imparare e scoprire nuove notizie in ambito birrario e quando può cerca di divulgare il buon bere. Amo molto la cucina e mi piace sperimentare nuovi abbinamenti gastronomici con la birra.

Non sono un homebrewer, la birra preferisco berla!

Mi piace molto leggere libri gialli o thriller, tra i miei autori preferiti ci sono Camilleri, Follet e Malvaldi. Altra vera passione è il calcio, sono tifosissimo della squadra più bella che ci sia al mondo: ovvero la Fiorentina (vi avviso, in questo campo non riesco ad essere molto sportivo). Tra gli sport mi piacciono anche il ciclismo e il basket.

Spero che possiate appassionarvi ai contributi che ho pubblicato e produrrò su giornaledellabirra.it!

Aspetto i vostri suggerimenti e anche le vostre critiche e se avete dei dubbi o curiosità su qualcosa che ho scritto non esitate a contattarti tramite mail!

Prosit!