Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana
27 giugno 2014

L’UE autorizza l’uso del colorante E 150 a-d nelle “simil – birre”!

L’UE autorizza l’uso del colorante E 150 a-d nelle “simil – birre”!

Tag:, , , ,

La UE con il Regolamento 505/2014 dell’Unione, pubblicato lo scorso 15 maggio, autorizza l’aggiunta di colorante caramello nelle cosiddette “bevande a base di malto”, ovvero bevande che sembrano birra ma che in realtà non lo sono. Una bevanda a base di malto contiene un massimo del 6%, una vera birra minimo il 20%. Quindi da oggi chiunque potrà inserire caramello a volontà per produrre un “qualcosa” che potrà poi spacciare per birra.

A tutti gli effetti questo sembra proprio un modo legale per ingannare i consumatori, usando il colorante E 150 a-d (caramello) per sopperire al colore della “birra” troppo pallido a causa del basso contenuto di malto. La stessa Coldiretti dichiara in merito: “il Regolamento 505/2014 dell’Unione, pubblicato lo scorso 15 maggio, apparentemente sembra una mera autorizzazione di additivi. Ma nei fatti, è un atto normativo in grado di falsare ancora di più la concorrenza tra imprese oneste e meno oneste, e anche ingannare i consumatori – sottolineando – che magari si aspettano una doppio malto, dal colore scuro, e invece si trovano…davanti ad una bevanda a base di malto, rettificata con caramello per donarle migliore aspetto”.

 

 

Già nel 1961 l’Italia proibiva l’uso di coloranti per succhi di frutta con contenuto effettivo di frutta del 12%, ma nel 2008 la UE con una legge comunitaria concedeva più possibilità a chi voleva usare additivi e coloranti. Inutile dire che da allora molti ne hanno approfittato per inserire additivi, che ricordiamo nel lungo termine possono provocare gravi danni all’organismo, nelle bevande.

Questa, a dirla tutta, sembra un vero e proprio schiaffo in faccia a tutte le aziende che usano solo prodotti naturali per produrre autentiche bevande. Primi fra tutti, i birrifici artigianali.

Giuseppe Mautone
Info autore

Giuseppe Mautone

Sono Giuseppe, 26 anni, e attualmente vivo a Perugia.

Il mio viaggio nella birra è cominciato per puro caso: una sera con amici vado a trascorrere la serata in un pub a Perugia dove noto, oltre alle marche di birra famose e “commerciali”, anche nomi poco noti. Chiedo che birre sono e mi rispondono che sono birre prodotte da microbirrifici locali. Incuriosito, decido di provarne una e scopro una differenza abissale rispetto alle classiche marche. Da lì comincia la mia curiosità verso questo nuovo mondo, quello delle birre “artigianali”.

Tutt’oggi sono a contatto quotidiano con le birre artigianali scrivendo articoli, riguardanti la birra e chi la produce, sul mio portale Birra e Birrerie. E’ stata la perfetta occasione non solo per coniugare le mie due più grandi passioni, la birra e il web, ma anche di entrare a diretto contatto con esperti del settore, birrai e semplici appassionati del buon bere. Tra questi vi sono anche gli autori di Enciclopedia della Birra, con cui condivido passione, opinioni e l’entusiamo di scrivere di birra!

La mia avventura nella birra è cominciata da poco e scopro ogni giorno cose nuove sulla birra, che non avrei mai immaginato. Ed è per questo che voglio far scoprire a tutti la bontà e i benefici di una buona birra artigianale.

Un saluto a tutti e buona birra!

Visita anche il mio portale web dedicato alla birra:
www.birraebirrerie.it