Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana
10 dicembre 2015

Spine ovunque: è arrivato il distributore automatico di birra in bicchiere!

Spine ovunque: è arrivato il distributore automatico di birra in bicchiere!


 

Immaginiamoci la città del futuro: una città dotata di ogni confort, curata, con poche auto, connessione ad internet ovunque e sempre veloce, molto verde pubblico, la spesa che arriva freschissima e direttamente a casa…

Noi alla stazione della metro, in attesa per non più di 5 minuti, perché i mezzi pubblici sonosuper efficienti. Abbiamo sete, voglia di una fresca birra in bicchiere con una abbondante schiuma e, ovviamente, di fronte a noi troviamo un distributore automatico pronto a soddisfare ogni nostro desiderio.

Un sogno, un vero e proprio sogno di molti, chissà se potremo vivere davvero in una Italia così?

Forse non godremo di città green e smart, internet free, ma il distributore automatico di birra alla spina è diventato una realtà: si chiama BIRRAMAT ed è una tecnologia messa in commercio proprio quest’anno.

Per giornaledellabirra.it ho incontrato il dr. Mauro Francia, direttore di Eurodispenser srl, l’azienda italiana che detiene l’esclusiva commerciale del BIRRAMAT nel nostro Paese. Le mie prime curiosità si sono focalizzate sulla storia dell’azienda e sulle ragioni che hanno spinto alla introduzione in commercio di un distributore automatico di birra alla spina: “La distribuzione automatica fino a dieci anni fa era standardizzata sulla vendita di pochi prodotti ad alta rotazione e vista dal consumatore come un approccio di “emergenza” alla mancanza di bar o servizi di ristorazione in genere. Oggi, invece, anche al miglioramento delle tecnologie ha acquistato “dignità commerciale” paritaria rispetto ad un classico negozio, divenendo sempre più una scelta e non un ripiego da parte del consumatore. Pertanto la distribuzione automatica si è sempre più affinata alle esigenze dei suoi clienti andando alla ricerca della cura dei dettagli sia per quanto riguarda la presentazione dei prodotti, che alle sfumature di qualità del prodotto erogato. Le macchine del caffè sempre più “vicine” o a volte superiori alla qualità del bar ne sono un esempio. In questa ottica si pone il distributore di birra alla spina: sappiamo che da molti consumatori la birra alla spina è preferita a quella imbottigliata e, quindi, abbiamo voluto proporre in modalità “self-service” anche questo tipo di prodotto”.

.

.

Dopo questa interessante introduzione, ci spostiamo ad osservare dal vivo un paio di BIRRAMAT. Ad un occhio non tecnico come il mio, la macchina sembra un “banale” distributore, ma le precise spiegazioni del dr. Francia mi convincono che il distributore è un vero e proprio concentrato tecnologico: “Il cuore del distributore automatico di birra è un impianto alla spina classico opportunamente modificato per renderlo compatibile con un sistema di erogazione automatico. Il sistema prevede, in particolare, il controllo sulla quantità di schiuma e sulla quantità di birra erogata, che sono ovviamente gli aspetti salienti della messa in bicchiere. Il distributore è dotato di una tecnologia che consente di gestire con facilità l’erogazione dei bicchieri nonché l’informazione al gestore tramite telecontrollo a distanza.

Il formato dei bicchieri è da 33 cl o da 50 cl ma non intercambiabile nella scelta del cliente, cioè può essere definito solo in fase di settaggio iniziale della macchina. Il distributore può contenere 200 bicchieri e due fusti da 30 litri e per il momento può erogare un solo tipo di birra, ma è in preparazione un nuovo modello che ne potrà erogare due tipologie diverse. La produzione al momento è spagnola, ma entro qualche mese dovrebbe trasferirsi in Italia.

.

.

Ribatto, quindi, chiedendo informazioni su tre fattori importanti: manutenzione, controllo delle scorte di birra, modalità di rifornimento.

La manutenzione della macchina è molto simile a quella di un impianto alla spina ed ha quindi necessità di una pulizia periodica della parte idraulica, mentre per quanto riguarda il controllo delle scorte viene in soccorso la telemetria, che ne indica il livello e l’eventuale esaurimento. Per il rifornimento, come per gli impianti alla spina, si cambia il fusto e si riavvia in automatico.

La vendita delle bevande alcoliche è normata in modo da evitarne l’acquisto da parte di adolescenti e di soggetti a rischio di abuso. Chiedo allora se il distributore automatico può riconoscere chi acquista i prodotti: “La legge in materia, il cosidetto decreto Balduzzi del 2013, disciplina la vendita degli alcolici per mezzo di distributori automatici prescrivendo che la vendita può essere effettuata dalle ore 07.00 alle ore 24.00 e solo ai maggiorenni, equiparandola, perciò, alla vendita da asporto tradizionale. La macchina è, quindi, dotata di sistemi di lettura del codice fiscale/tessera sanitaria, come avviene per le sigarette, che ne vietano la vendita ai minorenni e di un temporizzatore che ne blocca la vendita oltre gli orari prescritti”.

Concludo l’intervista e la piacevole chiacchierata tecnica con Mauro (ormai siamo diventati amici) con un paio di domande: quando e dove potremo vedere il BIRRAMAT in funzione?

In questi mesi abbiamo presentato e fatto funzionare il BIRRAMAT in diversi eventi e manifestazioni perché volevamo soprattutto capire il reale interesse per la macchina e per il suo utilizzo. Il feedback ricevuto è stato molto positivo e a breve inseriremo il BIRRAMAT all’interno di un mega negozio automatico alle porte di Milano, che sarà il nostro show room attivo e funzionante. Poi, la versione “potenziata” e migliorata debutterà a Venditalia 2016, appuntamento a cui la nostra azienda non può mancare.

Con questa nuova versione raggiungeremo gli obiettivi di distribuzione del BIRRAMAT, che riguardano principalmente la penetrazione nel mercato dei negozi automatici, delle strutture turistiche e ricettive e dell’intrattenimento sia in spazi interni che esterni.

.

.

BIRRAMAT e birra artigianale italiana è un connubio possibile?

Molte aziende di birra artigianale si sono interfacciate con curiosità al nostro prodotto. Io credo che nel prossimo futuro potranno nascere delle interessanti collaborazioni con alcune tra quelle più intraprendenti e presenti sul mercato, perché il distributore automatico permette loro di raggiungere segmenti di mercato che non riuscirebbero a servire con i canali tradizionali. Inoltre, il BIRRAMAT offre anche una visibilità di brand notevole grazie alla possibilità di personalizzazione grafica del distributore stesso.

Maggiori informazioni sul BIRRAMAT e sull’azienda Eurodispenser srl sono disponibili al seguente link: www.eurodispenser.it

Massimo Prandi
Info autore

Massimo Prandi

Un Albese cresciuto tra i tini di fermentazione di vino, birra e… non solo! Sono enologo e tecnologo alimentare, più per vocazione che per professione. Amo lavorare nelle cantine, sperimentare nuove possibilità, insegnare (ad oggi sono docente al corso “Mastro birraio” di Torino) e comunicare con passione e rigore scientifico tutto ciò che riguarda il mio lavoro. Grazie ad un po’ di gavetta e qualche delusione nella divulgazione sul web, ma soprattutto alla comune passione e dedizione di tanti amici che amano la birra, ho gettato le basi per far nascere e crescere questo portale. Non posso descrivere quante soddisfazioni mi dona! Ma non solo, da qualche mese ho avviato un mio blog dedicato al vino
www.enologoin500.it, nel quale racconto dei vini, delle cantine e dei magnifici luoghi di Langhe e Roero, in cui ho il privilegio di vivere, in compagnia della mia vecchia Fiat 500 L gialla!