Numero 28/2021

13 Luglio 2021

Parte alle Colonne di San Lorenzo il nuovo locale Meneghino!

Tweet


Meneghino, birreria artigianale milanese, e Menuale Real Estate hanno creato insieme il nuovo locale Meneghino – Birra e Cucina che apre in questi giorni presso le Colonne di San Lorenzo, precisamente in via Pioppette 3. Un luogo per bere una buona birra artigianale e degustare una cucina basata sulla rielaborazione della tradizione milanese.
L’idea – spiega un comunicato – è quella di far vivere ai clienti un’esperienza originale, legata all’iconico tram di Milano: infatti, tutti gli arredamenti del locale sono ispirati proprio ai tram storici come il tram “classe 1500”, dalla storia lunga e le cui vetture, superando indenni periodi come il ventennio fascista e gli anni di piombo, e hanno continuato a circolare imperterrite nei primi due decenni del nuovo secolo.
La scelta di Meneghino di dedicare il locale allo storico tram non è casuale: questo mezzo di trasporto non riserva posti in prima classe a nessuno e congiunge le periferie popolari con il centro elegante e ricco, come la linea 3, quella che passa alle Colonne, che collega il Gratosoglio con il Duomo. Così fa pure Meneghino Tram, un locale aperto a tutti, un marchio che ha nel nome stesso ciò che vuole rappresentare e nella tipologia della sua birra, artigianale, la filosofia che guida il gruppo di lavoro in ogni scelta che si trova ad affrontare. Non a caso infatti, la maggior parte dei pezzi di arredamento che non è stato possibile acquistare presso l’ATM, è stata realizzata da artigiani che ancora conducono le proprie botteghe nelle aree attorno alla città. Anche la ricerca dei fornitori per la cucina ha seguito lo stesso criterio.
L’arredo del locale è stato curato riproducendo elementi sia esterni che interni del veicolo. L’esterno del tram viene ripreso nel bancone del bar, probabilmente l’elemento decorativo più forte, creato mediante l’assemblaggio di lastre tagliate a laser e colorate con i due gialli caratteristici. Le panche attorno ai tavoli, artigianalmente riprodotte da un falegname, richiamano invece le sedute. L’elemento dei cavi elettrici viene ripreso dai cavi in acciaio fissati al soffitto e che fanno da sostegno all’illuminazione. Molti sono poi i dettagli originali che completano l’arredamento, dai tubolari reggimano ai pavimenti di gomma marrone con le canaline per far defluire l’acqua. Non manca poi qualche elemento originale acquistato da rigattieri e collezionisti. Il pavimento decorato con la tipica segnaletica orizzontale urbana completa l’opera.
La proposta gastronomica è focalizzata sia sul momento dell’aperitivo, con idee d’ispirazione milanese in versione street food, sia sulla cena come esperienza di cucina meneghina classica, a volte con la birra come co-protagonista anche nella ricetta, ma sempre con un’impronta informale. Una selezione di proposte sarà disponibile anche da asporto.
Per festeggiare la nuova apertura, una parete del locale sarà dedicata ad accogliere le foto dei clienti a tema tram, in cambio delle quali Birra Meneghino sarà felice di offrire una birra o una bevanda analcolica, almeno fino a quando la parete non sarà piena.

Tweet


Marco Fusi
Info autore

Marco Fusi

Giornalista finanziario per professione e amante della birra – di qualità – per passione. Grazie ad una cara amica sommelier qualche anno fa ho scoperto il mondo delle birre artigianali e da allora è stato un crescendo.

Ho frequentato i corsi di degustazione organizzati dal network Fermento Birra, superando con successo l’esame finale; ho anche partecipato ad un corso di un giorno sull’Home Brewing di MOBI e spero, quando avrò un po’ piu’ di tempo libero, di iniziare la produzione a casa, nel frattempo degusto birre a Milano e provincia e vado alla ricerca dei migliori festival e appuntamenti birrari lungo tutta la penisola (lavoro permettendo) sia per scoprire le ultime novità e sia per conoscere la storia e le persone che si celano dietro ogni birrificio.

Mi piace confrontarmi sulle birre che bevo – per questo cerco di partecipare a degustazioni guidate e non – e prima o poi, chissà, tenterò l’esame BJCP… seguitemi e che il luppolo sia con voi!