Numero 43/2021

31 Ottobre 2021

Torta di Halloween alla Pumpkin ale

Torta di Halloween alla Pumpkin ale

Tweet

Tag:, ,

In cucina, quando si parla di Halloween, ci viene subito in mente la zucca e le birre alla zucca, meglio note come pumpkin ale. Ed è proprio con la zucca e la birra che oggi prepareremo uno squisito dolce, soffice, leggero, adatto per la colazione nel giorno del 31 ottobre… anche se in realtà potete degustarla anche prima o dopo Halloween!

Ingredienti:

200 g di zucca
120 g (2 medie) di uova
50 g di scaglie di cioccolato fondente
200 g di farina bianca di tipo 00
8 g (mezza bustina) di lievito per dolci
1 pizzico di cannella
50 ml di olio di semi di mais
Per la zucca: 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
1 pizzico di sale
100 g di zucchero
33 cl di birra in stile pumpkin ale
zucchero a velo

 

Preparazione:
Pulire la zucca rimuovendo i semi, i filamenti interni e la scorza dura e massiccia. Tagliare la zucca a piccoli pezzi, dunque cuocerla in padella aggiungendo 1 cucchiaio di olio extravergine ed un pizzico di sale. Lasciar intiepidire la zucca e frullarla in un mixer fino ad ottenere una crema.
Nel frattempo, tritare il cioccolato fondente a pezzi molto piccoli.
Sgusciare le uova ed unire lo zucchero. Lavorare il composto a crema, aiutandosi con lo sbattitore elettrico oppure con un frustino.
Aggiungere lentamente la farina bianca setacciata, l’olio di semi, la cannella in polvere ed il lievito.
Unire al composto anche il cioccolato fondente tagliato a pezzetti, la crema di zucca e la birra.
Nel frattempo, accendere il forno a 180°C.
Distribuire il composto su una teglia a forma di zucca (oppure in una teglia a cerniera dal diametro di 24 cm) e livellare con il cucchiaio.
Infornare il dolce e cuocere a 180°C per circa 25-30 minuti. Rimuovere la torta dallo stampo e decorare con lo zucchero a velo.

Tweet


Maria Giulia Ruberto
Info autore

Maria Giulia Ruberto

La mia passione per la birra nasce esattamente due anni fa, quando per la prima volta mi sono cimentata nella spillatura dietro al bancone di un bar. Non so se si possa definire una vera e propria passione, ma so che quando sono lì a “creare” le mie birre, mi sento al posto giusto. Così ho deciso di chiudere in un cassetto i cinque anni investiti nel prendere la laurea in Comunicazione per seguire la mia nuova strada di barista. Da lì è stato un vortice, mi sono trasferita dalla Toscana al Trentino, ho seguito corsi formativi sulle birre e ho deciso di rispolverare la mia passione per la scrittura, chiaramente in ambito birrario. E da qui in poi: avanti a tutta birra!