Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana

Numero 30/2016

30 luglio 2016

Le lattine Ballantine di Jasper Johns: scultura pop, che fece scalpore

Le lattine Ballantine di Jasper Johns: scultura pop, che fece scalpore


 

Jasper Johns è un pittore statutinente, nato nel 1930, considerato ad oggi il maggiore esponente del New Dada, la corrente artistica americana molto vicina al Nuovo realismo francese, per la quale gli oggetti di uso comune vengono inseriti in un’opera d’arte.

Verso la metà degli anni cinquanta  Jasper Johns si impose sulla scena artistica americana instaurando un nuovo rapporto tra immagine reale e immagine dipinta.

.

JasperJohns

.

La sua attenzione era rivolta alla realtà del quotidiano, del comune e del banale, a cui tentava di costruire un’immagine completamente rivista sotto un altro punto di osservazione.

Inserì lattine di birra anche come elemento tridimensionale di suoi quadri, dove assurgono ad un ruolo impreziosito, quasi estraniato dalla loro normale utilità.

.

Jasper

.

Ma nel 1960 l’artista realizzò un’opera plastica estremamente significativa. Si tratta di due lattine di birra Ballantine in bronzo, dipinte a mano (immagine di copertina).

La scelta del soggetto  pare sia dovuta a una battuta che il suo collega De Kooning aveva fatto  qualche tempo prima. Aveva, infatti, detto che il famoso gallerista Leo Castelli,  sostenitore degli artisti pop, sarebbe stato capace di vendere qualsiasi cosafacessero, “anche due lattine di birra”.

Johns accettò la sfida e fece le lattine di birra in bronzo che ebbero un grande successo e restano tra le opere da  ricordare di questo artista.

Massimo Prandi
Info autore

Massimo Prandi

Un Albese cresciuto tra i tini di fermentazione di vino, birra e… non solo! Sono enologo e tecnologo alimentare, più per vocazione che per professione. Amo lavorare nelle cantine, sperimentare nuove possibilità, insegnare (ad oggi sono docente al corso “Mastro birraio” di Torino) e comunicare con passione e rigore scientifico tutto ciò che riguarda il mio lavoro. Grazie ad un po’ di gavetta e qualche delusione nella divulgazione sul web, ma soprattutto alla comune passione e dedizione di tanti amici che amano la birra, ho gettato le basi per far nascere e crescere questo portale. Non posso descrivere quante soddisfazioni mi dona! Ma non solo, da qualche mese ho avviato un mio blog dedicato al vino
www.enologoin500.it, nel quale racconto dei vini, delle cantine e dei magnifici luoghi di Langhe e Roero, in cui ho il privilegio di vivere, in compagnia della mia vecchia Fiat 500 L gialla!