Numero 20/2020

15 Maggio 2020

Pillole di luppolo: il duttilissimo Comet

Pillole di luppolo: il duttilissimo Comet

Tweet

Tag:

Principalmente da amaro, ha un aroma unico con note di pompelmo sapido, limone e arancio. In Germania é stato rivalutato di recente per le leggere note di frutti di bosco, probabilmente accentuate dal luogo di coltivazione. Questo luppolo ha un grande equilibrio tra il suo profilo erbaceo e quello agrumato. Il fogliame si presenta verde chiaro quasi aureo e spesso questa caratteristica puo’ essere scambiata per una carenza di microelementi nel terreno.

 

.

.

 

La vegetazione fresca, soprattutto in primavera, ha un tipico aroma di fiori di canapa.

Eccezionale adattabilità al caldo, molto rustico, resistente alle principali fitopatologie, cresce in maniera notevole, anche in condizioni di limitata irrigazione. Maturazione tardiva.

Apprezzatissimo dai birrai per l’ampia possibilità di utilizzo e per la capacità di caratterizzare in modo valido numerosi stili, dalle Ipa alle più classiche lager.

 

.

.

 

Composizione media:

Alpha Acid 9.4%-12.4%
Beta Acid 3%-6.1%
Co-Humulone Composition 40 – 45%
Myrcene 40 – 65%
Humulene 1 – 2%

Tweet


Info autore

Massimo Prandi

Un Albese cresciuto tra i tini di fermentazione di vino, birra e… non solo! Sono enologo e tecnologo alimentare, più per vocazione che per professione. Amo lavorare nelle cantine e nei birrifici, sperimentare nuove possibilità, insegnare (ad oggi sono docente al corso biennale “Mastro birraio” di Torino e docente di area tecnica presso l’IIS Umberto Primo – la celeberrima Scuola Enologica di Alba) e comunicare con passione e rigore scientifico tutto ciò che riguarda il mio lavoro. Grazie ad un po’ di gavetta e qualche delusione nella divulgazione sul web, ma soprattutto alla comune passione e dedizione di tanti amici che amano la birra, ho gettato le basi per far nascere e crescere questo portale. Non posso descrivere quante soddisfazioni mi dona! Ma non solo, sono impegnato nell’avvio di un birrificio agricolo con produzione delle materie prime (cereali e luppoli) e trasformazione completamente a filiera aziendale (maltazione compresa): presto ne sentirete parlare!