Numero 44/2020

31 Ottobre 2020

Chiede elemosina per una birra e riceve oltre 1 milione di $

Chiede elemosina per una birra e riceve oltre 1 milione di $

Tweet


Per scherzo, aveva chiesto in diretta tv che qualcuno gli desse i soldi per una birra. È stato preso in parola e dal web ha ottenuto più di un milione di euro.
È la storia di Carson King, uno studente universitario della Iowa che si era presentato a una partita di football esponendo un cartello nel quale chiedeva aiuto per fare rifornimento di Busch Light, una birra locale, indicando il suo account su Venmo, un’app per inviare e ricevere denaro online.

.

.

Il cartello era stato ripreso dalle telecamere e a quel punto sono iniziate ad arrivare donazioni su donazioni, superando qualsiasi aspettativa. “Non immaginavo di ottenere niente, è iniziato tutto come uno scherzo”, ha raccontato King alla Cnn. Quando ha visto arrivare i soldi sul proprio conto (a mezz’ora dalla comparsa in tv del suo cartello aveva già raccolto 400 dollari), il ragazzo si è consultato con la famiglia e insieme hanno deciso di dare il denaro in beneficenza raggiunto fino a quel momento (20mila dollari) all’University of Iowa Stead Family Chidren’s Hospital.

 

.

.

 

Ma le donazioni sono continuate, fino a superare il milione di dollari, anche grazie alla “sponsorizzazione” degli stessi Busch Beer e Venmo.
Carson ormai è stato ribattezzato “la leggenda dell’Iowa” e la sua faccia è finita sulle lattine di Busch Beer, che ha deciso a sua volta di regalargli una fornitura di birre per un anno.

Tweet


Lorenzo Donati
Info autore

Lorenzo Donati

Studente universitario (ancora per poco!), originario della provincia di Bergamo, ho imparato ad apprezzare la mia terra natale e i suoi prodotti da quando mi sono allontanato da essa. Mi sono trasferito prima a Pavia per conseguire la laurea in Lettere Classiche, poi a Shanghai, dove ho vissuto per quattro mesi imparando il cinese mandarino, e infine a Siena, dove sto per laurearmi in Linguistica.
Mi piace molto cucinare i piatti tradizionali della mia terra e sto imparando a cucinare cinese; a volte unisco le due cose per creare qualcosa di innovativo ma armonioso.
Altra mia grande passione, naturalmente, sono le birre! Poco dopo aver avuto l’età legale per bere, mi sono imbattuto per caso in alcune birre belghe e da lì è nato il mio grande amore. La prima volta che assaggiai una birra trappista, la cameriera del pub, rispondendo a una mia domanda, mi disse che “trappista” significava “triplo malto”!! Per fortuna, successivamente, ho avuto l’occasione di frequentare birrerie nelle quali sono stato educato da gestori estremamente competenti ed appassionati.
All’interno del vasto panorama brassicolo belga, le mi birre predilette sono le trappiste di Orval, Chimay e Westvleteren, e i lambic in ogni forma (evitando magari quelli che sembrano più dei succhi di frutta…). Fuori dai confini belgi, apprezzo molto le pils boeme e le weizen bavaresi, specialmente dopo una camminata in montagna!
Sono felice di collaborare con il Giornale della Birra, condividendo ricette, studi e esperienze birraie. 干杯!(asciugate i bicchieri!)