Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana
23 dicembre 2014

SPECIALE NATALE: Birra sotto l’albero!

SPECIALE NATALE: Birra sotto l’albero!

Tag:, , ,

Trovare un bel pacchetto con il proprio nome sotto l’albero è un’emozione a tutte le età… e per un appassionato di birra, se il contenuto del dono rispecchia l’oggetto della propria passione, allora la sorpresa si tramuta in vera e propria gioia!

E allora perché non regalare una buona selezione di birre o qualche oggetto a tema?

 

E non si può negare che questa sia un’ottima scelta: infatti, le specialità e ricercatezze di birra nazionali ed estere diffuse in commercio nel nostro Paese offrono un’ampia possibilità di scelta per confezionare  un dono esclusivo ed unico, con fasce di prezzo idonee a soddisfare tutte le esigenze (dal semplice pensierino tra amici, al regalo di maggior importanza).

 

Ma allora… quale birra regalare? Quali regole seguire per riempire i pacchi regalo con soluzioni sempre originali e sorprendenti?

  1. Ovviamente, come per tutti i doni, per rendere davvero felice colui che lo riceve è bene conoscere  le preferenze e i desideri della persona. La prima regola da seguire è, quindi, individuare la tipologia o stile di birra in base ai gusti di chi la sorseggerà.
  2. In seconda battuta, per andare sul sicuro, è bene scegliere il regalo nell’ambito delle specialità birrarie nazionali, tra cui le tante birre artigianali, o  straniere: le enoteche e le birroteche hanno, in genere, una vasto e rappresentativo assortimento  di stili ed origini. Un consiglio di acquisto, in particolare, sono le birre di Natale, le trappiste o quelle stagionali, come la birra di castagne, al miele
  3. Nel caso di un regalo composto da più bottiglie è bene differenziare, creando una sorta di confezione degustazione dello stesso produttore o di diversi birrifici  accomunati da una caratteristica peculiare (un determinato stile, la provenienza geografica, l’utilizzo di un ingrediente caratterizzante).
  4. Un  dono di alta classe prevede la scelta di una confezione particolare: prediligere un packaging in legno, metallo, magari realizzato appositamente per le festività natalizie conferisce al regalo un caratterre del tutto particolare e molto spesso, la confezione vene conservata anche una volta che la bottiglia sarà stata consumata, magari riutilizzata con qualche nuova funzione (soprammobile, portapenne…)
  5. Quinta regola: se si vuole veramente creare un ricordo duraturo, allora nella confezione includete anche qualche oggetto, come un set o coppia di boccali o, perché no, l’apribottiglie!

Redazione Giornale della Birra
Info autore

Redazione Giornale della Birra

La Redazione del Giornale della Birra, tra un boccale e l’altro, prepara gli articoli che vedete su queste pagine.
Inoltre, da’ spazio a tutti gli amici e visitatori del sito che ci inviano i loro contributi, indicandone gli autori. Contattaci se vuoi collaborare con noi!