Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana

Numero 52/2018

28 Dicembre 2018

Pillole di luppolo: l’amarissimo Nugget

Pillole di luppolo: l’amarissimo Nugget

Tweet

Tag:

Selezione americana tra Brewerís Gold e Millennium, è stato uno dei primi luppoli “Super Alpha” ad essere rilasciato in commercio, secondo solo al Galena (1983). Largamente coltivato in Oregon fin dalla messa in commercio, ha trovato un’amplissima diffusione in America, tanto da superare per certi periodi il 10% della superficie coltivata a luppolo. Al giorno d’oggi il Nugget ricopre ancora un ampio ruolo nel panorama birraio americano, ma si è diffuso anche all’estero, tanto che molte coltivazioni esistono anche in Germania e addirittura in Bulgaria.

 

.

.

 

Si caratterizza come una varietà molto vigorosa e produttiva e con ottima attitudine allo stoccaggio.

Ha un’ottimo potere amaricante dato dall’elevata concentrazione di alpha acidi, é dotato di aroma intenso, ma equilibrato con leggere note resinose ed erbacee. Il Nugget è un luppolo molto versatile e si presta ad essere utilizzato con moltissime tipologie e stili di birra diversi.

 

.

.

 

Sicuramente frequente è l’utilizzo negli stili americani, ma anche molto diffuso nelle Ale e nelle Stout e qualche volta addirittura nelle Lager. Deve essere utilizzato con cautela in dry hopping perché può rilasciare pirazine dal classico odore di “pipì di gatto”.

Caratteristiche varietali:

Alpha Acid 12.0 – 14.5%
Beta Acid 4.0 – 6.0%
Co-Humulone Composition 22 – 26%
Myrcene 48 – 55%
Humulene 16 – 19%

Tweet


Massimo Prandi
Info autore

Massimo Prandi

Un Albese cresciuto tra i tini di fermentazione di vino, birra e… non solo! Sono enologo e tecnologo alimentare, più per vocazione che per professione. Amo lavorare nelle cantine e nei birrifici, sperimentare nuove possibilità, insegnare (ad oggi sono docente al corso biennale “Mastro birraio” di Torino e docente di area tecnica presso l’IIS Umberto Primo – la celeberrima Scuola Enologica di Alba) e comunicare con passione e rigore scientifico tutto ciò che riguarda il mio lavoro. Grazie ad un po’ di gavetta e qualche delusione nella divulgazione sul web, ma soprattutto alla comune passione e dedizione di tanti amici che amano la birra, ho gettato le basi per far nascere e crescere questo portale. Non posso descrivere quante soddisfazioni mi dona! Ma non solo, sono impegnato nell’avvio di un birrificio agricolo con produzione delle materie prime (cereali e luppoli) e trasformazione completamente a filiera aziendale (maltazione compresa): presto ne sentirete parlare!