Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana
9 dicembre 2013

Accise microbirrifici: determina dell’Agenzia delle Dogane sulla contabilità fiscale

Accise microbirrifici: determina dell’Agenzia delle Dogane sulla contabilità fiscale

Tag:, , , , , , , , , ,

Una recente determinazione dell’Agenzia delle Dogane (attuativa dell’art. 2, comma 12, del D.L. 16/2012) ha previsto nuove modalità di contabilizzazione della produzione dei microbirrifici. La stessa determinazione rinvia il termine dal quale decorrerà l’obbligo di invio telematico della contabilità fiscale (rinvio al 2015).

La determinazione dell’Agenzia delle Dogana ha disciplinato l’assetto dei depositi fiscali e soprattutto le modalità di contabilizzazione e controllo della produzione dei c.d. microbirrifici (produzione annua inferiore a 10.000 ettolitri).

Dalla lettura del documento si evince che chi intende attivare impianti di tal tipo deve presentare un’istanza all’Agenzia delle Dogane competente allegando una serie di documenti fra cui: l’elenco dei tini di fermentazione, le ricette dei tipi di birra che si intendono produrre, i certificati relativi al controllo metrologico dei misuratori fiscali.

La determina prevede requisiti che deve rispettare il deposito fiscale e che il depositario autorizzato rilevi ogni giorno la produzione procedendo, quindi, all’accertamento ed alla liquidazione dell’imposta dovuta (applicando correttamente i coefficienti di resa e le aliquote d’imposta previste).

Nella contabilità fiscale del deposito occorrerà annotare (giornalmente) l’imposta accertata e liquidata con i relativi titoli di pagamento.

I produttori di birra che posseggono una licenza anteriore alla data di entrata in vigore della determina possono continuare con le regole previgenti (per un periodo di due anni, decorso il quale dovranno adeguarsi a quanto stabilito).

Roberto Tomasi
Info autore

Roberto Tomasi

Mi chiamo Roberto, sono nato il 14 Dicembre del 1977 a Torino.
Mi sono laureato in economia e commercio con lode ed ho conseguito l`abilitazione per la professione di Dottore Commercialista e Revisore Contabile.
Seguo professionalmente diverse realta`nel settore alimentare nel quale ho maturato una certa esperienza.
Sono da sempre un bevitore di birra (ovviamente senza mai abusarne – raccomando sempre un uso consapevole delle bevande alcooliche).
Non ho particolari preferenze, anche se prediligo le birre doppio malto.
L`importante pero`e`che la birra sia fresca e dissetante.
Il mio pranzo preferito e`pizza e birra, pizza calda e birra fresca!
Purtroppo a volte mi e`capitato anche l`opposto ossia pizza fredda e birra calda. Ma non lo consiglio!
Collaboro con gli amici di Giornale della Birra e quando la professione mi lascia del tempo, scrivo qualche articolo di carattere economico e fiscale.
Buona lettura!