Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana

Numero 15/2019

14 Aprile 2019

Crostata di pere alla stout

Crostata di pere alla stout

Tweet

Tag:, ,

Ricetta facile da preparare, anche se richiede qualche fase in più di preparazione di una classica crostata… in ogni caso statene certi, la fatica verrà ampiamente ripagata dalla golosità di questo dolce!

 

Ingredienti: 

• 250 g di pasta frolla pronta
• 60 g di zucchero
• 4-8 pere (da valutare il numero in base alle dimensioni)
• 33 cl di birra stout
• 4 chiodi di garofano
• 1/2 limone
• burro
• farina

Preparazione:

Imburrate e infarinate uno stampo per torte. Stendete a disco la pasta frolla e disponetelo nella tortiera in modo che la pasta risalga anche lungo il bordo. Coprite il fondo con carta d’alluminio, sopra distribuite un po’ di fagioli secchi e cuocete in forno caldo a 180° per quindici minuti. Ritirate, eliminate carta e legumi, ponete di nuovo in forno per altri cinque-dieci minuti. Togliete la crostata dal forno e lasciatela raffreddare.

Mondate le pere, sistematele in una casseruola dai bordi alti, versatevi la birra diluita con un bicchiere di acqua, unite la buccia grattugiata di mezzo limone, lo zucchero e i chiodi di garofano. Coprite e cuocete per trenta minuti. Quando le pere sono cotte, prelevatele delicatamente e lasciatele intiepidire. Nel frattempo, fate restringere il sugo di cottura, ritiratelo e filtratelo.

Tagliate le pere a fettine e, partendo dal bordo esterno della torta, disponetele a cerchi concentrici sulla pasta. Irrorate con il sugo di cottura e servite.

Tweet


Barbara Lombardi
Info autore

Barbara Lombardi

Sono Barbara, Bi per gli amici!
Salernitana di nascita, fin da bambina per questioni di famiglia ho vissuto tra Salerno e Padova.
All’età di 24 anni mi sono trasferita definitivamente a Padova dove la stretta vicinanza con il mio papà ,gran cultore della buona cucina e dell’ottima birra, ha scosso la mia primitiva passione per “ l’arte del mangia e bevi bene”; così ,fuoco ai fornelli e in alto il bicchiere, è cominciata la mia crociata.
Appassionata di birra, all’improvviso ho sentito la necessità, oltre che di berla anche di respirarla… A 360°!
Circa due anni fa la svolta, mi sono iscritta ad un’Accademia delle professioni e mi sono diplomata come beersommelier, da lì il via…
Nasce così Beer Manager 360°, attività che si occupa di servizi legati al mondo della birra a 360°, dalla realizzazione della carta delle birre alla degustazione guidata, dalla creazione di ricette gastronomiche a base di birra alla loro realizzazione come chef a domicilio, oltre alle partnership con i birrifici per rappresentanze, distribuzioni, festival ed organizzazione eventi e altro ancora.
Credo molto anche nella diffusione della figura femminile nel mondo della birra, faccio parte dell’Associazione Nazionale le Donne della Birra, sono la delegata per le regioni Valle d’Aosta, Veneto ed Emilia Romagna. Tra i vari scopi dell’Associazione appunto c’è quello di valorizzare il ruolo della donna in ambito birrario e la promozione di una cultura della birra di qualità.
Sono come la birra … frizzante e spumeggiante, conciliante e aggregante!