Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana

Numero 20/2018

20 maggio 2018

Gelato stout e cioccolato

Gelato stout e cioccolato

Tweet

Tag:, ,

Idea per un dolce dalla grande golosità e ideale da preparare anche a casa!

Ingredienti:

  • 6 tuorli d’uovo
  • 125 g di zucchero
  • 300 ml di panna light
  • 150 ml stout
  • 80 g di cioccolato fondente

 

.

.

 

Preparazione:
Mettere i tuorli d’uovo e lo zucchero in una grande scodella termoresistente e posizionarla sopra una casseruola piena d’acqua in cottura a fuoco lento. Assicurarsi che la base della scodella non sia a contatto con l’acqua. Mescolare finché lo zucchero non si scioglie, quindi rimuovere dalla fiamma. Scaldare panna e birra stout in una padella antiaderente fino all’ebollizione, senza preoccuparsi se il composto sembra poco compatto. Aggiungerlo ai tuorli d’uovo e allo zucchero e sbattere con una frusta da cucina. Rimettere il composto nella padella antiaderente e scaldare alla minore temperatura possibile, mescolando costantemente, finché la crema comincia ad addensarsi. Ci vorranno dai 10 ai 20 minuti.  Rimettere il composto nella scodella termoresistente e lasciar raffreddare completamente, quindi mescolare con i pezzi di cioccolato spezzettato. Mettere il composto in mantecatore, in alternativa mettete il composto in un contenitore basso di plastica e congelare per 2 ore, quindi rimuoverlo dal freezer e mescolare nuovamente. Rimetterlo in freezer fino al completo congelamento.  Togliere il gelato dal freezer e lasciarlo a temperatura ambiente per qualche minuto, per farlo ammorbidire prima di servirlo.

Tweet

Loris Fabbri
Info autore

Loris Fabbri

Nato a Cesena nel 1985, ho sempre vissuto in Romagna, terra che amo.

Mi sono avvicinato al mondo delle birre artigianali diversi anni fa cominciando dalle birre belghe: sono abbastanza convinto che tutto sia cominciato con una Chouffe!
Nel corso degli anni ho svolto diversi corsi di degustazione e di homebrewing (a proposito,devo riprendere in mano l’attrezzatura per migliorare i risultati passati!) che mi hanno permesso di ampliare gli orizzonti, conoscere stili e culture che mai avrei pensato esistessero.
Dal 2013 al 2016 ho unito passione e lavoro,gestendo un punto vendita inerente questo mondo; l’essere all’interno del “sistema” mi ha permesso di conoscere diverse realtà italiane, di poterne apprezzare i pregi e criticare i difetti.
Sono inoltre un appassionato di viaggi, adoro visitare nuove città e scoprire culture diverse; le capitali europee sono tra le mie mete preferite e, se possibile, non manca mai una visita ad un birrificio locale.
Stili & birre preferite: Blanche – a parer mio, una delle migliori in circolazione è italiana -, Saison e Golden ale. Anni fa apprezzavo molto le birre estremamente alcoliche e strutturate; ora invece sono orientato su gusti più morbidi e fruttati, sopratutto nel periodo estivo.

Ho accettato con entusiasmo di scrivere per Biornale della Birra, ne condivido i valori e vorrei diffondere a quante più persone possibili la cultura delle birre artigianali italiane.
Mi piacerebbe,a livello locale,poter promuovere i birrifici in sinergia sia con il territorio che con la gastronomia; per questo sono sempre aperto a idee e collaborazioni!