Numero 20/2019

19 Maggio 2019

Un rustico napoletano: DANUBIO con la birra!

Un rustico napoletano: DANUBIO con la birra!

Tweet

Tag:, ,

Il Danubio è uno dei rustici più famosi della cucina partenopea. Grazie alla sua forma viene chiamato anche Torta a pizzico perché è formato da tante piccole palline. É una forma che richiama la convivialità: una volta posta al centro della tavola, ogni pallina si deve staccare rigorosamente con le mani! A Napoli ogni famiglia campana la prepara per feste e buffet come piatto forte. Io la preparo insieme ai miei figli che oltre a mangiarsela in un batter d’occhio, pasticciano con me in cucina.

.

.

Questa volta l’impasto l’ho fatto con una classica Lager che va bene anche da accompagnamento.

Ingredienti per l’impasto:

  • 500 g di farina macinata a pietra tipo 1
  • 80 g di burro ammorbidito a bagnomaria
  • 10 gr di lievito di birra fresco (oppure 5 gr di lievito secco)
  • 250 ml di birra Lager
  • 30 gr di zucchero
  • 1 uovo
  • 10 g di sale

Per il ripieno:

  • 200g di prosciutto cotto
  • 200g di mozzarella (io ho usato quella vaccina, meglio di buffala)

Preparazione:

Versate la farina in una ciotola grande, aggiungete il lievito sbriciolato, lo zucchero, l’uovo, il burro ammorbidito a bagnomaria e la birra (non fredda). Iniziate ad amalgamare per bene tutti gli ingredienti, aggiungete il sale, impastate (fate lavore i bambini, in questa fase si divertono un sacco). Lavorate con le mani per ottenere un composto liscio e omogeneo. Formate una palla e trasferitela in una ciotola, coprite con pellicola e ponete a lievitare per almeno 3 ore, (potete porre l’impasto a lievitare nel forno spento). Trascorso il tempo di lievitazione il panetto raddoppierà il suo volume.

.

.

.

 

Intanto tagliate a cubetti il prosciutto cotto e la mozzarella e mischiateli insieme: questo sarà il ripieno.

Riprendete l’impasto, stendetelo sul piano di lavoro con un po’ di farina e ricavate con l’aiuto di un bicchiere o coppapasta dei tondini.

.

.

Mettete sopra il ripieno e chiudete a pallina. Posizionate le palline con la chiusura rivolta verso il basso e disponetele a raggiera lungo tutto il perimetro in una teglia. Coprite con la pellicola e lasciate lievitare nuovamente per 30 minuti.

.

.

Nel frattempo, preriscaldate il forno a 180° in modalità statica e cuocetele per circa 40-50 min. Servitelo tiepido. Cheers!

Tweet


Lina Zadorojneac
Info autore

Lina Zadorojneac

Nata in Moldavia, mi sono trasferita definitivamente in Italia per amore nel 2008. Nel 2010 e 2012 sono arrivati i miei due figli, le gioie della mia vita: in questi anni ho progressivamente scoperto questo paese, di cui mi sono perdutamente infatuata. Da subito il cibo italiano mi ha conquistato con le sue svariate sfaccettature, ho scoperto e continuo a scoprire ricette e sapori prima totalmente sconosciuti. Questo mi ha portato a cambiare anche il modo di pensare: il cibo non è solo una necessità, ma un piacere da condividere con la mia famiglia e gli amici. Laureata in giurisprudenza, diritto internazionale e amministrazione pubblica, un master in scienze politiche, oggi mi sono di nuovo messa in gioco e sono al secondo e ultimo anno del corso ITS Gastronomo a Torino, corso ricco di materie interessanti e con numerosi incontri con aziende produttrici del territorio e professionisti del settore. Il corso ha come obiettivo la formazione di una nuova figura sul mercato di oggi: il tecnico superiore per il controllo, la valorizzazione e il marketing delle produzioni agrarie e agro-alimentari. Così ho iniziato a scrivere per il Giornale della Birra, occasione stimolante per far crescere la mia professionalità.