Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana
5 ottobre 2015

BeerTour a Firenze: tra cultura, arte e…. birra! Prima parte

BeerTour a Firenze: tra cultura, arte e…. birra! Prima parte

Tag:, , , , , , , ,

 

Aldo Palazzeschi ha scritto che “per coloro che non conoscono Firenze o la conoscono poco, alla sfuggita e di passaggio, dirò com’ella sia una città molto graziosa e bella circondata strettamente da colline armoniose”. Appropriandoci indegnamente di questa definizione ci permettiamo di aggiungere che Firenze è una città molto graziosa e bella con molti locali interessanti dal punto di vista birrario. Infatti la capitale italiana della cultura si difende bene anche per la qualità dei locali che vendono birra artigianale: oggi vi guideremo in una passeggiata tra le strade del centro di Firenze immersi tra cultura, arte e ovviamente birra di altissima qualità.

Tappa 1 –  600 metri

Giusto per abituare i nostri occhi alle bellezze artistiche fiorentine il nostro viaggio inizia dal Ponte Vecchio con le sue prestigiose botteghe orafe. Dal ponte prendete lungarno degli Archibusieri costeggiando il corridoio Vasariano fino a superare il museo Galilei dedicato alla Scienza. Da qui prendete per piazza Mentana e poi via dei Vagellai fino ad arrivare in corso dei Tintori 34 rosso. Qui troverete il Beer House Club: pub dove la birra artigianale è di casa.

.

.

Locale informale, all’interno troverete numerose chicche per i collezionisti del settore birrario. Le spine a rotazione sono dieci e sempre di altissima qualità, non di rado troverete specialità di Montegioco o Hibu e le principali produzioni toscane come Birrificio del Forte. Buona la scelte per le bottiglie, dove spicca una fornitissima scelta di lambic. Per quanto riguarda il cibo qui è possibile degustare ottimi hamburger, pizze e panini oppure piatti tipici della cucina toscana e italiana in genere. Lo staff del locale ha coadiuvato Fermento Birra nell’organizzazione della premiazione del Birraio dell’anno 2014.

.

.

Tappa 2 – 2.1 km

Dal BHC prendete via dei Benci fino a piazza Santa Croce, teatro delle sfide del calcio storico fiorentino, e dove potrete ammirare la statua del sommo poeta Dante Alighieri e la Basilica di Santa Croce in stile gotico italiano risalente alla fine del 1200. Da qui prendete Borgo dei Greci finché non arriverete in piazza della Signoria dove potrete ammirare la statua del Nettuno, palazzo Vecchio, sede del Comune, e la Loggia dei Lanzi con il meraviglioso Perseo di Benvenuto Cellini.

.

.

Da qui proseguite in via Calimaruzza fino alla popolare Loggia del Porcellino, dove potrete fare un giro tra le bancarelle del porticato o fare uno spuntino con il classico panino con il lampredotto, tipico cibo da strada fiorentino. Se proseguite per via Calimala vi troverete prima in piazza della Repubblica e poi in piazza del Duomo dove potrete ammirare il celeberrimo campanile di Giotto e Santa Maria del Fiore con la cupola del Brunelleschi e il Battistero. Se prendete per via Borgo San Lorenzo troverete sulla sinistra la Basilica di San Lorenzo. Costeggiando la basilica vi ritroverete in via dell’Ariento che vi porterà dritti al nuovo mercato centrale, ristrutturato recentemente. Se proseguite vi ritroverete in via Nazionale dove al numero 114 rosso troverete il pub del birrificio Mostodolce.

.

.

Il birrificio è aperto a Prato dal 2003 e il mastro birraio è Francesca Torre che ha saputo ritagliarsi un importante spazio nel panorama brassicolo italiano. Il locale è aperto dalle undici del mattino fino alle due di notte e potrete provare tutta la produzione del birrificio alla spina e una gustosa cucina che si accompagna alla perfezione con le birre offerte. Il consiglio è quello di provare Volpe, una bock da 6,3% alc, frutto di uno studio approfondito del mastro birraio, orgoglio del birrificio anche per i numerosi premi vinti. Oltre a Volpe il mio consiglio è quello di provare anche Martellina, una belgian ale con miele di castagno della ValBisenzio, molto beverina, ma che con i suoi 7.4% alc. si farà sentire alla fine del vostro bicchiere.

.

.

La parte conclusiva del BeerTour sarà on-line lunedì 12 ottobre!

Andrea Gattini
Info autore

Andrea Gattini

Sono nato il 23 Novembre 1979 a Carrara (MS) e vivo da sempre ad Avenza una frazione di Carrara. Ho conseguito il diploma di maturità scientifica.

La mia passione per la birra è nata parecchi anni fa. Inizialmente con una collezione di sottobicchieri di ogni marca di birra (ad oggi ne ho più di trecento), ma per motivi di spazio sto rallentando la raccolta. Grazie al gemellaggio pluritrentennale della mia città natale con Ingolstadt in Baviera, visto che ogni fine estate viene organizzata una festa della birra in stile Oktoberfest, questa mia passione non poteva che aumentare. Negli ultimi tempi sto inziando a collezionare bottiglie vuote di birra artigianale e bicchieri da birra. Ho pinte nonic, masskrug sia in vetro che in ceramica, weizenglass, teku, coppe trappiste, tulipani e calici a chiudere.

Con il tempo ho imparato a conoscere ed apprezzare meglio questa antichissima bevanda grazie ad un corso di degustazione a cui ho partecipato. Quando mi è possibile insieme alla mia compagna di vita Francesca partecipo ad eventi Slow Food e mi diletto, ove possibile, a visitare birrifici artigianali sparsi un po’ in tutta Italia. Cerco sempre di inserire nei miei viaggi qualche meta a sfondo birrario.

Non sono un esperto che può esibire certificati, sono semplicemente uno dei tanti consumatori pieno di passione per la birra che non smette mai di imparare e scoprire nuove notizie in ambito birrario e quando può cerca di divulgare il buon bere. Amo molto la cucina e mi piace sperimentare nuovi abbinamenti gastronomici con la birra.

Non sono un homebrewer, la birra preferisco berla!

Mi piace molto leggere libri gialli o thriller, tra i miei autori preferiti ci sono Camilleri, Follet e Malvaldi. Altra vera passione è il calcio, sono tifosissimo della squadra più bella che ci sia al mondo: ovvero la Fiorentina (vi avviso, in questo campo non riesco ad essere molto sportivo). Tra gli sport mi piacciono anche il ciclismo e il basket.

Spero che possiate appassionarvi ai contributi che ho pubblicato e produrrò su giornaledellabirra.it!

Aspetto i vostri suggerimenti e anche le vostre critiche e se avete dei dubbi o curiosità su qualcosa che ho scritto non esitate a contattarti tramite mail!

Prosit!