Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana

Numero 22/2018

3 giugno 2018

Ciambellotte alla pils e spezie

Ciambellotte alla pils e spezie

Tweet

Tag:, ,

Ricetta per preparare dei biscotti semplici, ma genuini e molto aromatici.

Ingredienti:

  • 250 g di farina 00
  • 70 ml di olio di semi
  • 80 ml di birra pils non troppo luppolata
  • 90-100 g di zucchero semolato
  • 1/2 cucchiaino di cannella/anice/noce moscata/chiodi di garofano/vaniglia secondo le preferenze
  • 1/2 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale
  • zucchero semolato per spolverare qb

 

.

.

 

Preparazione:

In una ciotola aggiungete tutti gli ingredienti liquidi e mescolate con una forchetta. Unite in più riprese la farina setacciata insieme alla cannella e il lievito. Continua in questo modo lavorando poi con le mani, aggiungendo il pizzico di sale, fino ad ottenere un panetto omogeneo, molto morbido ma non appiccicoso. Dividete l’impasto in tanti pezzetti più o meno della stessa grandezza.
Formate dei filoncini di impasto su di un piano senza infarinare e poi uniteli, proprio come le ciambelle. Lasciate abbastanza spazio al centro perchè ovviamente crescono in cottura. Passatele nello zucchero semolato e aggiungetele sulla teglia ricoperta con carta forno.
Cuocete in forno statico e preriscaldato a 200° per circa 15-20 minuti fino a leggera doratura. I tempi variano a secondo del forno, quando sono leggermente dorate sono pronte. Appena sfornate sono molto morbide poi induriscono quindi non proseguite eccessivamente la cottura in forno.
Trascorso il tempo di cottura, fate completamente raffreddare. Con il riposo, diventano più dure ma molto friabili!

Tweet

Simone Salonio
Info autore

Simone Salonio

Sono nato a Cuneo, una piccola ma ospitale città del Piemonte.
Completato il percorso di studi ottenendo la qualifica di perito chimico, ho intrapreso la mia carriera lavorativa ricoprendo svariati ruoli all’interno di realtà totalmente differenti l’una dall’altra ampliando le mie conoscenze e le mie passioni.
Le svariate esperienze da me passate, sia lavorative che di vita, mi hanno permesso inoltre di conoscermi sempre meglio e capire quali passioni coltivare e portare avanti.
Tra queste spicca sicuramente la fotografia dalla quale ho avuto numerose “piccole” soddisfazioni che però mi hanno dato la spinta necessaria per continuare a praticare e cercare di trasformarla da mera passione a attività lavorativa vera e propria con discreti risultati. Certo, da qui a definirmi fotografo ne deve ancora passare di tempo però la voglia e la passione crescono ad ogni foto scattata perciò continuo su questa strada fiducioso.
Una seconda grande passione è la scrittura. Mi ha sempre affascinato fin da piccolo questo mondo perché ti da la possibilità di rendere leggermente più reali le fantasie, un po’ più tangibili. Numerosi miei articoli sono già stati pubblicati, riscuotendo un discreto successo.
Ultima,chiaramente non per ordine di importanza,è la passione per la birra. Una passione che ho sempre coltivato, in questo caso il termine più corretto sarebbe ”annaffiato”, ricercando di più la qualità che la quantità. Sono per l’appunto un grande estimatore della birra artigianale, specie quelle corpose, magari doppio malto ambrata. Freschissima!
Ricerco sempre nei miei viaggi di trovare piccoli birrifici e di provare le loro birre o ancora meglio di conoscere e parlare direttamente con i produttori per curiosità e per cercare di carpire qualche nozione nuova da aggiungere al mio bagaglio di conoscenze di questo mondo.
In una mia esperienza all’estero, per la precisione a Lisbona, ho intrapreso anche la carriera di HOMEBREWER occupandomi personalmente di tutti i passaggi della produzione di birra con metodo All-Grain.
Sono un gran sportivo. Nella mia vita ho provato svariati sport e dopo più di una decina di anni di pratica potrei quasi azzardare ad affermare che il mio preferito potrebbe essere l’arrampicata sportiva.
Mi piace moltissimo leggere, non ho un genere che preferisco in particolare, l’importante è che sia appassionante e che ti “trascini” nella lettura.
Vi auguro una buona lettura per i futuri contenuti che pubblicherò, con la grande speranza che vi piacciano e che riescano a trasmettervi un po’ della mia passione, nello scrivere e di ciò di cui scrivo.