Numero 18/2019

5 Maggio 2019

Costolette di agnello alla birra

Costolette di agnello alla birra

Tweet

Tag:, ,

Una ricetta semplice da realizzare, perfetta per un pranzo in famiglia oppure per una cena fra gli amici. Preparare questo secondo piatto è molto semplice.

Come birra ho usato una Blonde Ale d’ispirazione belga, ma volendo potete usare delle birre più decise.

.

.

Ingredienti:

  • 8 costolette di agnello
  • 1 birra da 33 ml
  • Foglie di alloro
  • Aglio
  • 1 cipolla
  • olio extravergine d’oliva
  • sale e pepe

Per il contorno:

  • 3-4 patate
  • Insalata mista e rucola
  • Olio extravergine d’oliva
  • sale

Preparazione:

Fate rosolare la cipolla in una padella, poi toglietela e adagiate le costolette, l’aglio le foglie d’alloro.

.

.

Fatele rosolare da tutti i lati, poi aggiungete la cipolla. Sfumate con della birra. Lasciate evaporare un pochino, ma non del tutto, a fuoco vivo; salate, pepate e coprite bene con il coperchio. Abbassate la fiamma e lasciatele cuocere, girandole di tanto in tanto. La carne deve risultare ben cotta, abbrustolita e morbida internamente.

Mentre cuoce la carne, preparate delle patate cotte al vapore: sbucciate le patate (se volete le potete lasciare anche con la buccia, l’importante è che siano ben lavate), tagliatele a tocchetti e adagiatele sulla rete della pentola a pressione con un po’ di acqua.

.

.

Le patate saranno pronte in 10 minuti; accompagnate con un po’ d’insalatina fresca e della rucola. Infine, accostate il tutto ad una buona Blonde Ale artigianale. Cheers!

Tweet


Lina Zadorojneac
Info autore

Lina Zadorojneac

Nata in Moldavia, mi sono trasferita definitivamente in Italia per amore nel 2008. Nel 2010 e 2012 sono arrivati i miei due figli, le gioie della mia vita: in questi anni ho progressivamente scoperto questo paese, di cui mi sono perdutamente infatuata. Da subito il cibo italiano mi ha conquistato con le sue svariate sfaccettature, ho scoperto e continuo a scoprire ricette e sapori prima totalmente sconosciuti. Questo mi ha portato a cambiare anche il modo di pensare: il cibo non è solo una necessità, ma un piacere da condividere con la mia famiglia e gli amici. Laureata in giurisprudenza, diritto internazionale e amministrazione pubblica, un master in scienze politiche, oggi mi sono di nuovo messa in gioco e sono al secondo e ultimo anno del corso ITS Gastronomo a Torino, corso ricco di materie interessanti e con numerosi incontri con aziende produttrici del territorio e professionisti del settore. Il corso ha come obiettivo la formazione di una nuova figura sul mercato di oggi: il tecnico superiore per il controllo, la valorizzazione e il marketing delle produzioni agrarie e agro-alimentari. Così ho iniziato a scrivere per il Giornale della Birra, occasione stimolante per far crescere la mia professionalità.