Numero 40/2020

4 Ottobre 2020

Crema di melanzane e ceci alla birra

Crema di melanzane e ceci alla birra

Tweet

Tag:, ,

Un piatto conviviale da poter gustare in famiglia e con gli amici: ottimo come antipasto, aperitivo, sano e gustoso stuzzichino. Può essere accompagnata da crostoni, oppure verdure. Il piatto si presta benissimo a svariate personalizzazioni. Nella preparazione usate una birra poco amara.

 

Ingredienti:

  • 2 melanzane di media dimensione
  • 200 g di ceci già lessati
  • 1 spicchio d’aglio
  • 25g di olio evo
  • 25g di tahina (nel caso in cui non riusciste a procurarvela, aumentate la dose di olio evo)
  • acqua calda q.b. (se non volete un gusto troppo accentuato di birra)
  • 20 ml di birra
  • 3-4 gherigli di noci (facoltativo)
  • sale q.b.
  • curry q.b.
  • pepe q.b.

.

.

Procedimento:

Per prima cosa occupatevi delle melanzane: fatele cuocere in forno a 180°C oppure in una padella antiaderente chiusa con un coperchio, girandole di tanto in tanto, fino a che avranno raggiunto una consistenza morbida.  Sbucciatele, eliminate il picciolo e la parte più dura. Adagiatele su un piatto, copritele con un altro e metteteci un peso sopra lasciandole più o meno 30 minuti finché l’acqua di vegetazione fuoriesce.

Passate le melanzane e i ceci nel passaverdure (oppure aiutatevi con il mixer) aggiungete l’aglio, il sale, l’olio evo, la tahina, la birra e un mestolo o due di acqua calda. Impiattate e aggiungete dell’altro olio, una spolverata di curry, pepe e noci tritate grossolanamente, se gradite. Potete usare un trito di prezzemolo oppure  menta, a vostro piacimento.

 

Cheers!

Tweet


Lina Zadorojneac
Info autore

Lina Zadorojneac

Nata in Moldavia, mi sono trasferita definitivamente in Italia per amore nel 2008. Nel 2010 e 2012 sono arrivati i miei due figli, le gioie della mia vita: in questi anni ho progressivamente scoperto questo paese, di cui mi sono perdutamente infatuata. Da subito il cibo italiano mi ha conquistato con le sue svariate sfaccettature, ho scoperto e continuo a scoprire ricette e sapori prima totalmente sconosciuti. Questo mi ha portato a cambiare anche il modo di pensare: il cibo non è solo una necessità, ma un piacere da condividere con la mia famiglia e gli amici. Laureata in giurisprudenza, diritto internazionale e amministrazione pubblica, un master in scienze politiche, oggi mi sono di nuovo messa in gioco e sono al secondo e ultimo anno del corso ITS Gastronomo a Torino, corso ricco di materie interessanti e con numerosi incontri con aziende produttrici del territorio e professionisti del settore. Il corso ha come obiettivo la formazione di una nuova figura sul mercato di oggi: il tecnico superiore per il controllo, la valorizzazione e il marketing delle produzioni agrarie e agro-alimentari. Così ho iniziato a scrivere per il Giornale della Birra, occasione stimolante per far crescere la mia professionalità.