Numero 05/2020

2 Febbraio 2020

Frittelle di mele in pastella di birra

Frittelle di mele in pastella di birra

Tweet

Tag:, ,

Le frittelle di mele fanno parte della lista dei dolci fritti di Carnevale rendendo la festa ancora più gustosa e amata da tutti. Questi dolcetti hanno origini altoatesine dalla storia molto lunga che viene fatta tradizionalmente risalire almeno all’epoca medievale, quando nei monasteri già si coltivavano con particolare cura le ottime mele locali. Oggi è diventato un dolce della tradizione di tutto il paese.

Usare la birra al posto del latte nella pastella è diventata anch’essa parte della tradizione. Ecco per voi la nostra ricetta:

.

.

Ingredienti:

  • 120 g farina tipo 1
  • 80 g birra
  • 3 cucchiai di zucchero
  • 3 uova
  • 3-4 mele Golden oppure le Renette (io avevo usato la varietà Red Delicious)
  • q.b. burro (oppure olio per friggere)
  • q.b. sale

Procedimento:

Cominciate miscelando le uova con lo zucchero, la farina e un pizzico di sale e stemperate la pastella con la birra. Pelate le mele, togliete il torsolo (se avete lo strumento apposito, se no con l’aiuto di un coltellino) e ricavate delle rondelle spesse 0,5 cm circa. Passate le rondelle di mela nella pastella e rosolatele nel burro oppure nell’olio. Scolatele su carta da cucina, date una spolverata di zucchero e cannella e servitele calde (ottime se servite anche con una pallina di gelato).

.

.

Cheers!

Tweet


Lina Zadorojneac
Info autore

Lina Zadorojneac

Nata in Moldavia, mi sono trasferita definitivamente in Italia per amore nel 2008. Nel 2010 e 2012 sono arrivati i miei due figli, le gioie della mia vita: in questi anni ho progressivamente scoperto questo paese, di cui mi sono perdutamente infatuata. Da subito il cibo italiano mi ha conquistato con le sue svariate sfaccettature, ho scoperto e continuo a scoprire ricette e sapori prima totalmente sconosciuti. Questo mi ha portato a cambiare anche il modo di pensare: il cibo non è solo una necessità, ma un piacere da condividere con la mia famiglia e gli amici. Laureata in giurisprudenza, diritto internazionale e amministrazione pubblica, un master in scienze politiche, oggi mi sono di nuovo messa in gioco e sono al secondo e ultimo anno del corso ITS Gastronomo a Torino, corso ricco di materie interessanti e con numerosi incontri con aziende produttrici del territorio e professionisti del settore. Il corso ha come obiettivo la formazione di una nuova figura sul mercato di oggi: il tecnico superiore per il controllo, la valorizzazione e il marketing delle produzioni agrarie e agro-alimentari. Così ho iniziato a scrivere per il Giornale della Birra, occasione stimolante per far crescere la mia professionalità.