Numero 12/2021

28 Marzo 2021

Medaglioni di filetto di maiale con salsa di mele e cipolle alla birra contadina®

Medaglioni di filetto di maiale con salsa di mele e cipolle alla birra contadina®

Tweet

Tag:, ,

 

La ricetta di oggi è semplice, economica e ci farà fare una bella figura: con pochi accorgimenti e sapienti abbinamenti otterrete una pietanza saporita, un ottimo secondo per delle cene speciali.

Il filetto di maiale è una delle parti più tenere e meno grasse dell’animale. L’abbinamento del maiale con la frutta e le cipolle è un accostamento perfetto e se lo arricchite con la birra diventerà speciale.

Come birra abbiamo usato la birra contadina®Sloira” di Cascina Motta, una birra Lager chiara tipo Pilsner, dal gusto pieno e deciso.

.

.

Ingredienti:

  • 800/900 grammi circa filetto di maiale tagliato a medaglioni (circa due filetti)
  • 2 cipolle medie (se grossa, basterà una)
  • 2 mele golden delicious
  • uno spicchio di aglio
  • olio evo q.b.
  • sale q.b.
  • pepe nero q.b.
  • 1 foglia alloro
  • 150-200 ml di birra contadina® “Sloira”

Procedimento:

Tagliate il filetto a medaglioni di uno spessore di circa 4- 5cm. Versate un po’ d’olio evo in una padella capiente, aggiungete lo spicchio di aglio in camicia. Fatelo scaldare finché l’aglio non comincia a sfrigolare, poi aggiungete i medaglioni. Fate cuocere i medaglioni circa 5 minuti su un lato e poi sull’altro, finché non sono ben dorati. Aggiungete sale e pepe. Sbucciate le cipolle e le mele e tagliatele sottili. Aggiungete la mela e la cipolla nella padella e fate cuocere lentamente: quando la cipolla è leggermente dorata aggiungete la birra e fate cuocere il tutto lentamente per circa 7 -10 min. Togliete i medaglioni e metteteli da parte. Mettete il composto di mele e cipolle in un boccale del frullatore e frullate il tutto. Aggiungete sale e pepe a vostro piacimento. Servite i medaglioni ben caldi con la salsa di mele e cipolle alla birra contadina®.

Cheers!

 

Tweet


Lina Zadorojneac
Info autore

Lina Zadorojneac

Nata in Moldavia, mi sono trasferita definitivamente in Italia per amore nel 2008. Nel 2010 e 2012 sono arrivati i miei due figli, le gioie della mia vita: in questi anni ho progressivamente scoperto questo paese, di cui mi sono perdutamente infatuata. Da subito il cibo italiano mi ha conquistato con le sue svariate sfaccettature, ho scoperto e continuo a scoprire ricette e sapori prima totalmente sconosciuti. Questo mi ha portato a cambiare anche il modo di pensare: il cibo non è solo una necessità, ma un piacere da condividere con la mia famiglia e gli amici. Laureata in giurisprudenza, diritto internazionale e amministrazione pubblica, un master in scienze politiche, oggi mi sono di nuovo messa in gioco e sono al secondo e ultimo anno del corso ITS Gastronomo a Torino, corso ricco di materie interessanti e con numerosi incontri con aziende produttrici del territorio e professionisti del settore. Il corso ha come obiettivo la formazione di una nuova figura sul mercato di oggi: il tecnico superiore per il controllo, la valorizzazione e il marketing delle produzioni agrarie e agro-alimentari. Così ho iniziato a scrivere per il Giornale della Birra, occasione stimolante per far crescere la mia professionalità.