Numero 09/2022

6 Marzo 2022

Nigiri di capesante con uova di salmone all’aceto di birra

Nigiri di capesante con uova di salmone all’aceto di birra

Tweet

Tag:, ,

Una ricetta dai sapori orientali ed arricchito dalle particolari aromaticità dell’aceto di birra. Un connubio che porta i tavola passione per la cucina e per la birra, in un sodalizio davvero strepitoso ed innovativo! Non resta che mettersi ai fornelli!


Ingredienti per 4 persone:

10 capesante freschissime
2 cucchiai di uova di salmone
2 fogli di alga nori
250 gr. di riso per sushi
1 litro di acqua fredda
100 ml di aceto di birra

 

Preparazione:
Cuocere il riso per sushi al vapore, irrorandolo con getti di acqua fredda fino a che tutto l’amido contenuto non sarà andato via.
Disporre quindi il riso in un tegame profondo, coprirlo di acqua fredda di almeno due dita, chiudere il coperchio e cuocere fino all’assorbimento dell’acqua.
Raffreddare il riso mescolandolo di continuo e irrorarlo con l’aceto di birra.
Formare delle quenelle ovali con le mani ricordando di tenere sempre i polpastrelli inumiditi da acqua fredda.
Separare le capesante dal guscio e dal corallo.
Poggiare ogni singola capesante sulla quenelle di riso.
Tagliare l’alga nori a strisce regolari.
Disporre ogni striscia di alga nori a circondare in modo perfetto la quenelle di riso e capasanta.
Decorare con le uova di salmone e tenere in frigo fino al momento di servire.
Accompagnare con salsa di soia.

Tweet


Luca Carrera
Info autore

Luca Carrera

Abito in un piccolo paese nella provincia di Bergamo. Proveniente da un’istruzione alberghiera lavoro nel settore della ristorazione da anni e mi sono specializzato nella mansione di barman a tuttotondo. Nel tempo libero amo la bicicletta, la musica e ovviamente degustare dell’ottima birra. Nella mia taverna troneggia una vetrinetta dove a rotazione prendono posto una ventina di etichette, di diverse nazioni, stili e gusti, oltre a innumerevoli bicchieri e sottobicchieri collezionati nel tempo. Non ricordo con precisione quando nacque la mia passione per “il nettare biondo” e come, ma posso dire con certezza che col tempo è cresciuto a dismisura, tanto da tatuarmi sul braccio, un boccale, una spiga di grano e un fiore di luppolo. Amo le birre luppolate e agrumate, in particolare le Ipa e le Apa e non disdegno abbinare I dolci al cioccolato, di cui vado matto, con una complessa e strutturata Stout. Amo sperimentare cucinando piatti con la birra. Mi piacerebbe un giorno fare della mia passione un lavoro, creando qualcosa di innovativo.