Numero 51/2019

22 Dicembre 2019

Torta pandoro alla stout

Torta pandoro alla stout

Tweet

Tag:, ,

Una ricetta ideale per i dolci momenti di Natale, oppure per recuperare in modo utile qualche pezzo non consumato in tempo di pandoro (e volendo anche di panettone o colomba). Ecco alcuni consigli, ovviamente, in chiave birraria per una preparazione semplice, gustosissima e veloce da realizzare!

 

Ingredienti:

  • mezzo pandoro
  • 200 ml di latte
  • 100 g di zucchero
  • 2 tuorli
  • 60 g di farina
  • 200 g di cioccolato fondente
  • 200 ml di panna
  • 100 g di amarene sciroppate
  • 250g di savoriadi
  • 33 cl di birra stout
  • zucchero a velo e cioccolato in polvere per decorare

 

.

.

 

Preparazione:

Unite i tuorli con lo zucchero e sbatteteli fino ad ottenere un composto cremoso e spumoso. Aggiungete la farina setacciata e mescolate. Sempre mescolando, aggiungete il latte rimanente. Ponete il composto su fiamma bassa e cuocete per circa 10 minuti, se necessario diluite con un po’ di birra. Spegnete e aggiungete il cioccolato. Mescolate finchè non si sarà sciolto, trasferite in un piatto e lasciate raffreddare con pellicola a contatto.
In un piatto da portata, mettete la parte laterale di uno stampo a cerniera. Mettete alla base una fetta di pandoro spessa un paio di cm, quindi bagnatelacon un po’ di birra. Ponete i savoiardi in piedi ai lati.
Alternate poi uno strato di crema con una fetta di pandoro imbevuta di birra ed uno strato di panna, per chiudere poi con una fetta di pandoro. Nella panna ponete anche le amarene sciroppate.
Decorate la superficie con zucchero a velo e uno stratodi cacao in polvere, e create un motivo decorativo con le amarene. Fate riposare tre ore in frigo prima di servire.

Tweet


Paolo Testi
Info autore

Paolo Testi

Ho 31 anni e vivo in una cittadina tra Bologna e Imola. Ingegnere per professione, amo giocare a pallacanestro, leggere e viaggiare.
Ho imparato ad apprezzare e ricercare le birre artigianali per il gusto e le sensazioni che sanno regalarmi: in ogni bottiglia è racchiusa la storia di un birraio, le peculiarità del suo territorio, il tutto condito da tanta creatività e passione.
Con i miei racconti spero di trasportarvi in questo affascinante viaggio tra luppoli, malti, lieviti ma soprattutto persone.