Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana
15 novembre 2015

Speck cotto in salsa di birra

Speck cotto in salsa di birra


Eccomi al debutto: vi presento la mia prima ricetta e per l’occasione ho deciso di proporvi uno dei miei piatti più recenti in vista della stagione autunnale ed invernale. Come già anticipato nella mia presentazione, il mio intento è di realizzare un connubio tra birra e cibo, definedo il tutto con un’unica parola, “birrando”.

Veniamo al dunque: speck cotto in salsa di birra.

Per l’appunto ho scelto di cucinare per voi un elemento pregiato della cucina tirolese e non poteva mancare il marchio IGP.

Ingredienti (per porzione):

  • 1 fetta spessa di speck cotto Tirolese IGP (spessore circa 1,5 centimetri)
  • 200 mL Birra tedesca Tradition
  • 1 noce di burro
  • un fungo porcino di sicura provenienza
  • noce moscata (q.b)
  • rosmarino (q.b)
  • pepe (q.b)
  • nepitella (q.b)
  • spicchio aglio in camicia (a piacimento)
  • olio e sale (q.b)

.

.

Preparazione:
Infariniamo la fetta di speck cotto su entrambi i lati e mettiamolo in padella con una noce di burro fuso. A questo punto aromatizziamo lo speck con una spolverata di noce moscata, pepe e rosmarino, cercando di fare impregnare entrambi i lati della fetta. Nel frattempo aggiungiamo la birra e facciamo  amalgamare. Cucinare la fetta su entrambi i lati, fino a quando l’alcol della birra è completamente evaporato (circa due minuti). Impiattare guarnendo il tutto con la salsa rimasta in padella.
Questo piatto, adatto per tutte le stagioni, può essere stagionalizzato variando il contorno con ingredienti freschi. In questo momento, ad esempio, consiglierei un contorno di funghi porcini, tagliati a tocchetti e saltati in padella con poco aglio, olio pepe e nepitella (magari raccolta da voi stessi al ritorno dalla raccolta di funghi).  In estate, sempre usando i porcini, potete accompagnare lo speck con una bella insalata di funghi condita appena con olio e sale.
.
.
Birra in abbinamento: consiglio di accompagnare il piatto con una birra dal sapore affumicato o con la medesima birra usata per cucinare la ricetta.

Alessandro Vangelisti
Info autore

Alessandro Vangelisti

Classe 1988, sono nato e cresciuto nel cuore della Versilia (Stazzema), ma da qualche anno traferito a Marina di Pietrasanta. Da circa otto anni lavoro nella ristorazione, precisante nella sala macchine,la cucina. Da cinque anni sono il cuoco di una birreria con cucina bavarese e tirolese,” La casa sul fiume”. Negli ultimi due anni,solamente in estate, faccio il cuoco in uno stabilimento balneare sulla nostra riviera. In questi anni la mia passione per la birra è cresciuta molto e mi ha portato ad aumentare il mio bagaglio culinario, non solo abbinando un certo tipo di cucina ma ad allargarlo alla nostra cucina tradizionale, cercando di sfatare il mito che la nostra cucina italiana non è solamente legata alla tradizione vinicola. Per l’appunto qualche mese fa ho partecipato ad un provino per Hell’s Kitchen ITA dove ho presentato i canederli di pesce fondendo le mie due cucine e abbinati ad una birra Fiamminga, cosa insolita per alcuni salotti televisivi culinari,a breve sarò lieto di illustrarvi questa ricettina, passo dopo passo. Nel mio ricettario non possono mancare i dolci abbinati a molte birre, nella pasticceria il campo è molto ampio e con un po’ di fantasia si ottengono risultati eccellenti.
Con questo voglio mettermi a disposizione per allargare e approfondire la cultura della birra per quanto riguarda la gastronomia. Seguitemi!