Numero 01/2020

5 Gennaio 2020

Dreikonigskuchen alla birra

Dreikonigskuchen alla birra

Tweet

Tag:, ,

Come in tutti i paesi anche in Svizzera esistono dolci per festeggiare l’arrivo dei Re Magi: quello tipico è il Dreikonigskuchen o dolce dell’Epifania svizzero che alla lettera vuol dire “Dolce dell’Epifania”. Si tratta di una morbida pasta tipo brioche in forma di fiore, e ovviamente all’interno si trova un oggettino o una moneta. Il fortunato che troverà questa cosa nella sua porzione di dolce sarà incoronato il Re della Festa, e avrà il diritto a vedere realizzati i suoi desideri da parte degli altri commensali.

In realtà, si tratta di un dolce molto duttile, perfetto anche a colazione e “spogliato” di un po’ di tradizionalità è perfetto per l’uso quotidiano. La nostra versione prevede anche una buona aromatizzazione con la birra bock, che essendo sottoposta a cottura, non lascerà alcun residuo di alcol nel prodotto finito!

 

Ingredienti:

  • 750 g. di farina
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 125 g. di burro più quello per la teglia
  • 30 g. di lievito di birra
  • 2 uova più un tuorlo
  • 75 g. più due cucchiai di zucchero
  • la buccia grattugiata di un limone
  • 33 cl. di birra bock
  • 1 bicchiere di latte
  • 200 g. di uvetta
  • un po’ di lamelle di mandorle

.

.

 

Preparazione:

Mescolate la farina, lo zucchero (75 g.), il sale e la buccia grattugiata del limone in una ciotola.

Fate sciogliere il lievito nel latte tiepido e unitevi i due cucchiai di zucchero, lasciate riposare qualche minuto.

Fate fondere il burro e unitevi la birra.

Incorporate al miscuglio di birra e burro il lievito e poi le uova, infine il miscuglio secco di farina e zucchero.

Lavorate il tutto fino a ottenere un impasto soffice e non appiccicoso (se avete un’impastatrice elettrica o una planetaria utilizzatela pure).

Terminate incorporando l’uvetta. Se volete rispettare la tradizione, inserite un piccolo oggetto nell’impasto idoneo alla cottura (come un legume, o un prezioso in porcellana, una moneta).

Dividete l’impasto in sei, otto o dieci pezzi (di cui uno può essere più grande). Deponete il pezzo più grande al centro di una teglia ben imburrata e gli altri attorno per formare un fiore.

Lasciate lievitare il dolce in un luogo caldo fino a quando raddoppierà di volume e poi lasciatelo riposare in un luogo fresco per un’altra oretta.

Spennelatelo con il tuorlo d’uovo e spolveratelo con le lamelle di mandorle.

Cuocete per 40/50 minuti nella parte inferiore di un forno caldo a 200 gradi e fatelo raffreddare su una gratella prima di gustarlo.

Tweet


Lorenzo Donati
Info autore

Lorenzo Donati

Studente universitario (ancora per poco!), originario della provincia di Bergamo, ho imparato ad apprezzare la mia terra natale e i suoi prodotti da quando mi sono allontanato da essa. Mi sono trasferito prima a Pavia per conseguire la laurea in Lettere Classiche, poi a Shanghai, dove ho vissuto per quattro mesi imparando il cinese mandarino, e infine a Siena, dove sto per laurearmi in Linguistica.
Mi piace molto cucinare i piatti tradizionali della mia terra e sto imparando a cucinare cinese; a volte unisco le due cose per creare qualcosa di innovativo ma armonioso.
Altra mia grande passione, naturalmente, sono le birre! Poco dopo aver avuto l’età legale per bere, mi sono imbattuto per caso in alcune birre belghe e da lì è nato il mio grande amore. La prima volta che assaggiai una birra trappista, la cameriera del pub, rispondendo a una mia domanda, mi disse che “trappista” significava “triplo malto”!! Per fortuna, successivamente, ho avuto l’occasione di frequentare birrerie nelle quali sono stato educato da gestori estremamente competenti ed appassionati.
All’interno del vasto panorama brassicolo belga, le mi birre predilette sono le trappiste di Orval, Chimay e Westvleteren, e i lambic in ogni forma (evitando magari quelli che sembrano più dei succhi di frutta…). Fuori dai confini belgi, apprezzo molto le pils boeme e le weizen bavaresi, specialmente dopo una camminata in montagna!
Sono felice di collaborare con il Giornale della Birra, condividendo ricette, studi e esperienze birraie. 干杯!(asciugate i bicchieri!)