Numero 34/2022

28 Agosto 2022

Gamberi “in gabbia” di bacon, con salsa all’arancia e IPA

Gamberi “in gabbia” di bacon, con salsa all’arancia e IPA

Tweet

Tag:, ,

Una ricetta che unisce due prodotti tipici della terra e del mare, arricchita dall’aromaticità mediterranea dell’arancia e dalla freschezza della birra IPA. Uno straordinario connubio di sapori e profumi, alla portata di ogni appassionato di cucina!

 

Ingredienti per 4 persone:

1 kg di gamberi rossi di taglio piccolo o medio
200 gr. di bacon o pancetta affumicata tagliata a fettine sottili
pepe bianco
1 cipollotto fresco
lemon grass fresco
2 cucchiai di olio extravergine
2 arance biologiche
2 cucchiai di aceto di mele
1 cucchiaio di zucchero di canna
qualche goccia di tabasco

33 cl di birra IPA
Preparazione: 
  • Pulire i gamberi, eliminando il budellino e la testa. Privarli del carapace lasciando solo la parte finale della coda. Marinarli in una parte della birra per almeno 30 minuti
  • Avvolgere ogni singolo gambero nel bacon senza coprire la coda.
  • Chiudere ogni gambero con uno stuzzicadenti in modo da far aderire il bacon e cuocerlo lentamente al wok, in un filo d’olio, finchè il bacon non diventa croccante e il gambero cuoce all’interno.
  • Nel frattempo con anticipo pelare le arance al vivo privandole dei semi, della buccia e della parte bianca amara.
  • Decomporre l’arancia come si fa con una marmellata, aggiungendo un filo di birra e lo zucchero.
  • Aggiungere l’aceto e il tabasco e passare tutto al minipimer.
  • Servire i gamberi caldissimi con la salsina all’arancia piccante.

Birra in accompagnamento: IPA o APA

Tweet


Lorena Ortega
Info autore

Lorena Ortega

Mi chiamo Lorena Carolina Ortega, sono nata a Rosario, in Argentina. Nel 2013 ho deciso trasferirme in Perù, dove sono diventata Beersommlier e giudice BJCP.
Ho lavorato per 5 anni per birrificio Nuevo Mundo nella mansione di Responsabile di eventi, dove ho conquistato alcuni dei miei obiettivi: incentivare gli studenti universitari alla passione per il fenomeno della birra artigianale con tours per il birrificio; riunire la birra e la musica con l’organizzazione di un festival ad edizione bimensile chiamato Rica Chela, sostituire la vendita di birra industriale con la birra artigianale nel festival Selvamonos, un evento musicale con piú di 11°edizioni; iniziare la diffusione di birre artigianali in ristoranti gourmet e collaborare nell’organizzazione del primo franchising di bar di birra artigianale a Lima e nella formazione dei camerieri. Adesso in Italia, da febbraio 2019 vivo nella città Terracina, cercando di portare avanti la mia passione per la birra nel territorio mediterraneo.