Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana

Numero 18/2017

7 maggio 2017

Frollini alla stout e vaniglia/cannella

Frollini alla stout e vaniglia/cannella


I biscotti frollini, pur nella semplicità dell’impasto, sono considerati da sempre come prodotti di alta pasticceria, grazie alla ampia possibilità di personalizzazione, che permette, tra l’altro, l’aggiunta di aromi nell’impasto, gocce di cioccolato, ripieni o glassature.

La birra, soprattutto, se ricca di carattere, si presta perfettamente per donare particolari aromi e note gustative, lasciando spazio anche per trovare abbinamenti con spezie dalla tendenza dolce e delicata.

Ecco, quindi, una ricetta di base, ma che potete personalizzare ulteriormente a vostra scelta.

Ingredienti:

  • 560 g di farina
  • 400 g di burro
  • 150 g di zucchero
  • 4 uova
  • 10 cl di birra stout
  • una stecca di vaniglia
  • cannella
  • zucchero a velo q.b.

.

.

Preparazione:
Disponete sul piano di lavoro la farina a fontana, quindi unite il burro suddiviso a tocchetti, lavorando il composto fino ad ottenere una consistenza granulare, ma omogenea. Aggiungere le uova, la birra e lo zucchero, quindi impastare velocemente senza far scaldare la pasta, fino a formare una palla liscia e morbida.
Coprite con la pellicola trasparente e fate riposare in frigo per 30 minuti.
Riprendete la pasta frolla e stendetela velocemente sul piano infarinato, suddividetela in due porzioni, aggiungendo ad una la polvere di cannella, all’altra il cuore della vaniglia opportunamente preparata. Con l’aiuto di un mattarello, stendere l’impasto ad uno spessore di circa 1 cm.
Tagliate i biscotti con gli stampini e trasferiteli sulla teglia da forno, quindi infornare per 10/15 minuti a 180°C. Sfornate e spolverate leggermente con lo zucchero a velo.

Giuseppe Mautone
Info autore

Giuseppe Mautone

Sono Giuseppe, 26 anni, e attualmente vivo a Perugia.

Il mio viaggio nella birra è cominciato per puro caso: una sera con amici vado a trascorrere la serata in un pub a Perugia dove noto, oltre alle marche di birra famose e “commerciali”, anche nomi poco noti. Chiedo che birre sono e mi rispondono che sono birre prodotte da microbirrifici locali. Incuriosito, decido di provarne una e scopro una differenza abissale rispetto alle classiche marche. Da lì comincia la mia curiosità verso questo nuovo mondo, quello delle birre “artigianali”.

Tutt’oggi sono a contatto quotidiano con le birre artigianali scrivendo articoli, riguardanti la birra e chi la produce, sul mio portale Birra e Birrerie. E’ stata la perfetta occasione non solo per coniugare le mie due più grandi passioni, la birra e il web, ma anche di entrare a diretto contatto con esperti del settore, birrai e semplici appassionati del buon bere. Tra questi vi sono anche gli autori di Enciclopedia della Birra, con cui condivido passione, opinioni e l’entusiamo di scrivere di birra!

La mia avventura nella birra è cominciata da poco e scopro ogni giorno cose nuove sulla birra, che non avrei mai immaginato. Ed è per questo che voglio far scoprire a tutti la bontà e i benefici di una buona birra artigianale.

Un saluto a tutti e buona birra!

Visita anche il mio portale web dedicato alla birra:
www.birraebirrerie.it