Settimanale divulgativo, tecnico e professionale dedicato alla birra italiana

Numero 50/2018

16 Dicembre 2018

Tortelli alla zucca, amaretti e pumpkin ale

Tortelli alla zucca, amaretti e pumpkin ale

Tweet

Tag:, ,

Ricetta di assoluta classe, che sposala migliore tradizione italiana alla birra. Il morbido cuore di ripieno è in grado di rendere un pranzo un’esperienza straordinaria! Unica pecca: la preparazione richiede impegno e tempo, quindi non è una ricetta adatta a chi non è appassionato di metter le mani in pasta.

Ingredienti per 4 persone:

  • 3 uova
  • 700 g di zucca
  • 100 g di amaretti
  • 50 g di burro
  • 300 g di farina 00
  • 100 g di formaggio grana
  • 3 cucchiai di pane grattuggiato
  • 33 cl di pumpkin ale
  • cannella, noce moscata q.b.
  • salvia fresca abbondante

.

.

 

Preparazione:

Mondate e tagliate la zucca a pezzi, ponetela in una teglia da forno con circa metà la birra e cuocetela a 200°C finché risulta morbida; passate la polpa al passaverdure con il disco a fori piccoli e raccogliete il passato in una ciotola; se risulta molto umido chiudetelo in un asciugamano in tela  e strizzatelo. Unite 1 pizzico di sale, gli amaretti pestati finemente e i 100 g di parmigiano per il ripieno dei tortelli, insaporite con un po’ di sale, cannella e noce moscata, quindi aggiungete un cucchiaio di birra e regolate la densità dell’impasto con il pangrattato. Lasciate riposare il composto per circa un’ora, nel frattempo preparate la sfoglia:  impastate la farina con le uova e 1 pizzico di sale, poi avvolgetela in un telo e lasciatela riposare per circa mezz’ora.

 

.

.

Stendete, quindi, la pasta dei tortelli di zucca in sfoglie sottili e ricavatene dei lunghi rettangoli larghi circa 6-7 cm. Distribuite al centro di metà dei rettangoli di sfoglia il ripieno a mucchietti distanti 3-4 cm. Coprite con le rimanenti sfoglie, quindi con una rotella dentellata o con uno stampino separate i singoli tortelli, facendo attenzione a comprimere bene i bordi.

Fate cuocere i tortelli in abbondante acqua salata; nel frattempo sciogliete il burro in un tegame e insaporitelo con la salvia fresca. Scolate i tortelli, condite e servite caldi.

 

Birra in accompagnamento: pumpkin ale

Tweet


Stefano Occhi
Info autore

Stefano Occhi

Classe 1984, milanese di nascita, ora a Nottingham per inseguire un sogno…diventare birraio di professione.
Il motivo del trasferimento oltremanica è l’iscrizione ad un prestigioso master in “Brewing Science and Practice” della durata di un anno.
Per quattro anni project manager in una grande multinazionale agricola, ha mollato tutto e, dopo essersi sposato con Irene, è partito verso il Regno Unito.
Il viaggio verso Nottingham è durato qualche settimana. I due freschi sposi hanno infatti scelto di non prendere un comodo aereo ma, attraversando in bicicletta il cuore d’Europa, hanno visitato luoghi di grande fascino e millenaria cultura vinicola e birraia come l’Alsazia, il Belgio e l’Inghilterra.
Stefano, laureato in agraria e con esperienze in campo vinicolo, ama bere ma soprattutto produrre birra, affascinato dal mix di creatività e scienza.
A settembre, terminato il master, vorrebbe proseguire la sua esperienza nel Regno Unito o in altri paesi di grande cultura e fascino birraio ma, in presenza di una giusta occasione, non esiterebbe a tornare in Italia.
Stefano (Stef in UK), corrispondente di Giornale della Birra in terra inglese, racconterà di un paese di grande tradizione birraia, dove il movimento “craft” negli ultimi anni ha raggiunto numeri impressionanti, diventando il paese al mondo con più birrifici pro-capite (1 birrificio ogni 40 mila persone).